bioLena

CONCORSO INTERNAZIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI UN’OPERA D’ARTE AMBIENTALE
Torino, Premio PAV2012

Team: Stefano Boccardo, Marta Carraro, Fabio Caselli, Andrea Caspoli, Francesca Ronco

L’installazione racconta dell’interrelazione tra elementi complementari che costituiscono il sistema complesso del nostro vivere. Questa convivenza viene trattata nel sistema uomo-natura e tra gli individui stessi: mentre nel primo caso essa si traduce in un lavoro sul suolo, legato ad un concetto di accoglienza e di ritorno al naturale, la seconda si concretizza in una copertura/piazza trattata in forma scultorea che crea un luogo di ritrovo, di convivialità. Il progetto lavora su più livelli che affrontano le tematiche proposte, allo scopo di ottenere un luogo che possa essere rappresentativo di una nuova ecologia, basata su concetti di cittadinanza attiva, naturalità riscoperta e coesione sociale. Nel livello inferiore si effettua un lavoro sulla topografia: il terreno viene modellato affinché possa comporsi e dialogare con l’area circostante del parco e costituire, allo stesso tempo, un rifugio, un ventre o una tana.

A questo livello si sovrappone una struttura, trattata in forma più scultorea, che si adagia sul ventre e crea lo spazio di riparo e ritrovo della comunità. Gli spazi creati e la struttura stessa sono poi attrezzati per rendere possibile lo svolgimento delle attività di riunione, gioco, proiezioni e relax. Una lingua di terra costituisce l’ultimo livello, che avvolge e modella l’installazione ricoprendo anche una funzione strutturale. L’intervento così costituito a livello formale e simbolico evoca l’immagine della balena, interpretata attraverso l’uso di materiali ecosostenibili. Da questa riflessione nasce l’appellativo “bioLena”, nome proprio con cui gli utenti chiameranno l’intervento, personificandolo e rendendolo un landmark socialmente riconosciuto.
PREMIO PAV 01 PREMIO PAV 02
PAV carraro 03